Make your e-book… fatti l'e-book!

per una diffusione globale dei propri testi


2 commenti

come ti elimino la concorrenza: con una legge

DSCN0680

Non è la prima volta che per eliminare la concorrenza si richiede di fare una legge. Ad personam? No, contro personam, anzi contro società, contro Amazon (vi ricordate gli sconti che Amazon praticava di continuo a “danno” delle catene dei grandi editori?) e contro i fanboy di Amazon e selfpublisher che inondano il panorama editoriale con qualità mediamente uguali a quelle di pubblicazioni curate da case editrici.

Cioè? Veniamo ai dettagli.

Continua a leggere

Annunci


6 commenti

Kobo vs Amazon: pregi e difetti

Ogni piattaforma di pubblicazione e ogni book store ha i suoi pregi e i suoi difetti.

Proviamo a mettere faccia a faccia di prodotti di punta, due aziende di punta: Kobo e Amazon.

Scegliemo un elenco di elementi su cui possa avvenire il confronto. È chiaro che non possiamo avere da uno dei due lati l’optimun, quello, come ogni cosa è sempre nel mezzo. Servirebbe un terzo Produttore che prendesse il meglio dalle due parti.

Continua a leggere


Lascia un commento

recensione Kindle PaperWhite di Amazon

(c) Giovanni Venturi

(c) Giovanni Venturi

Avere un Kindle PaperWhite che sensazione dà? Non c’è bisogno di leggere l’intera recensione per capire che Amazon sa il fatto suo e che il Kindle PaperWhite è un signor ebook reader, rispetto, per esempio, a un disastroso prodotto Kobo. Per mille motivi, incluso il prezzo: 129 euro.

Continua a leggere


Lascia un commento

Il sistema di pubblicazione di Kobo: aiutoooooo!!!!

Image courtesy of hyena reality / FreeDigitalPhotos.net

Image courtesy of hyena reality / FreeDigitalPhotos.net

Purtroppo è cosa nota che Kobo ha diversi bug nel suo Kobo Writing Life, piattaforma di selfpublishing Kobo, qualcuno più evidente di qualche altro. Non è perfetto, ma quando hanno un bug non lo ammettono così facilmente. Io sono il loro tallone di Achille.

Non sanno che ne capisco. Certo non gli ho spiegato che mi sono risolto da solo un bug del loro firmware, ma forse dovrei, almeno intenderebbero che non sono il comune utente lettore.

Ho aggiornato le “Parole confondono” sul loro store il 14 maggio scorso per correggere alcuni piccoli errori (giusto due parole errate) e ho richiesto di ricevere l’aggiornamento sul mio Kobo Touch. Richiesta semplice. Fatta al team di Amazon Kindle è durata 30 minuti e ho avuto il file aggiornato. Fatta a Kobo sono passati 8 giorni e ancora non se ne viene a capo per un sicuro bug del loro sistema.

Continua a leggere


6 commenti

Un ripristino al giorno toglie Kobo di torno

Ricorderete l’oramai non problema della non lettura della scheda miniSD nel Kobo Touch. Ah, non lo ricordate? È la prima volta che passate di qui? Va bene, riassumo.

Il Kobo Touch presenta uno slot per schede miniSD. Il lettore ebook mi ha sempre letto la miniSD che comprai all’epoca. Una miniSD di Samsung da 16 GByte. Fino a 11 mesi fa funzionava. Kobo ha rimosso 4 righe dallo script di avvio del lettore per cui la miniSD viene letta solo a caldo e non ha mai detto perché e, soprattutto, non ha realizzato perché non funzionasse più la lettura della miniSD all’avvio del lettore. Vedi qui, vedi qui, qui e qui.

Continua a leggere


Lascia un commento

Intervista a un autore indie

Ciao Giovanni, presentati ai nostri lettori

Salve,
sono un autore che ha iniziato a scrivere da molti anni (circa 24). Per scrivere serve tanta pazienza, riscrittura costanza, solo così potrai davvero evolvere nella scrittura. Sì, costanza e lettura di buoni testi, magari di grandi classici. E a me piacciono i classici. Che dire, si prova a migliorare man mano e, si badi bene, nessun autore può dirsi arrivato. Credo che anche Stephen King abbia sempre un po’ di remore davanti a un nuovo testo. Certo, lui molte meno di uno che affronta i suoi primi quattro o cinque testi.

Realizzare un ebook, perché?

Perché come autore indipendente non posso puntare a un libro cartaceo coi suoi costi esorbitanti, impossibili per un lettore abituato solo a grandi autori e solo a best seller. Un cartaceo di un autore indipendente non riesci a venderlo anche se dovesse essere di un certo valore, di qualità, inoltre hai scarsa reale distribuzione e problemi di gestione (sconti del 40% alle librerie, bolle di accompagnamento e resi). Con l’e-book non hai di questi problemi: la distribuzione è molto più ampia del cartaceo e non hai spese di gestione del file. L’unico problema è che non tutti leggono e-book. Il mercato degli e-book sarà fermo all’1%. Quindi, pubblicando in e-book in Italia sei definito pioniere.

Continua a leggere