Make your e-book… fatti l'e-book!

per una diffusione globale dei propri testi

e-book

Cos’è un e-book?

È un libro in formato elettronico. Sì, ma che vuol dire? Nella pratica l’e-book è un file. Una sequenza di dati che messi dentro un computer o su e-book reader ne permettono la visualizzazione del testo che compone il libro. Gli e-book esistono in vari formati. Quello standard si chiama ePub.

Devo leggerlo sul computer?

Direi di no. Gli e-book nascono per essere letti su dispositivi appositi che sono comodi da consultare e che possono essere portati in viaggio. Si chiamano per l’appunto lettori e-book o e-book reader, se preferite il termine anglosassone.

Sono di solito come dei bloc notes fatti di plastica con un display di dimensioni comprese tra i 6 e i 9 pollici. Leggere un e-book sul computer è molto scomodo, inoltre il computer, come anche i dispositivi chiamati tablet, tra cui gli iPad di Apple, hanno un ulteriore problema. Non sono nati per la lettura. Hanno uno schermo retroilluminato che a lungo andare stanca la vista. Sono nati per vedere film, navigare su internet e scrivere qualche semplice e-mail.

Quali sono i programmi per leggere gli e-book su dispositivi vari?

Per Amazon si deve avere un Kindle, ma si possono leggere lo stesso su tablet/PC/Mac/smartphone tramite le loro applicazioni.

Per Kobo si possono leggere su un lettore Kobo o su qualsiasi lettore, visto che Kobo usa lo standard ePub. Volendo si possono usare anche le loro applicazioni che funzionano su tablet/PC/Mac/smartphone.

E se volessi leggerlo sul computer?

C’è da scaricare il programma Calibre, disponibile per Linux, Mac, Windows. A questo indirizzo: http://calibre-ebook.com/download.

Posso leggere l’e-book in poltrona? In treno? In aereo?

Certamente. Una volta caricato nel lettore e-book il file acquistato sul negozio elettronico, si può iniziare a sfogliarlo come un vero e proprio libro.

Perché un lettore e-book è migliore per la lettura degli e-book?

Perché il display non è retroilluminato, anzi, si basa sulla riflessione della luce, quindi occorre una buona illuminazione per leggere, proprio come accade per un libro cartaceo classico. Il lettore e-book, inoltre, permette di ingrandire il carattere del testo a piacimento, per cui le pagine si riadatteranno automaticamente… Questo nel caso di un e-book in formato ePub.

Questi dispositivi, sono sempre componenti elettronici, per cui non possono essere usati a contatto diretto con i raggi solari, quindi cercate sempre una zona in ombra o, comunque, non esponete il lettore direttamente ai raggi solari. Si può danneggiare.

Dove si comprano gli e-book?

Su negozi elettronici, ovvero su internet. I più noti sono Google Play, Kobo Books, Apple iBookStore (è possibile leggere l’ePub anche su dispositivi non Apple). Questi usano moneta elettronica come nel più classico degli aquisti su internet, quindi occorrerà un conto PayPal, o una Carta di credito, magari anche prepagata o un Banco Posta oppure una carta prepagata iTunes/appStore/Google Play/Kobo.

Esistono e-book gratuiti?

Sì. Sui romanzi classici, per esempio, il diritto d’autore è scaduto, oppure si possono trovare testi rilasciati con licenze libere, come le Creative Commons, che permettono la diffusione di un testo, ma, al tempo stesso, tutelano la propria opera, obbligando a chi la diffonte di dover sempre attribuirne il testo all’autore originale. Ma non solo, per infomazioni su questi tipi di licenza fate clic qui.

Ci sono siti dove si possono trovare dette opere. Per esempio su Liber Liber o su Ultima Books.

Dove si comprano i lettori e-book?

In alcune librerie, come FNAC, Feltrinelli, ma anche in negozi su internet come Ultima Books. Oppure in catene commerciali come Experts, Saturn, Trony, ecc…

Quanto costano i lettori e-book?

Partono dai 39 EUR (se pensiamo ai lettori di 6 pollici) e arrivano a massimo 299 EUR se pensiamo a un Asus DR-900 (9 pollici). Quest’ultimo è spesso in offerta e lo potete trovare anche per 199 EUR. O 169 EUR se pensiamo al Kobo Aura HD.

Devo comprare un lettore e-book ogni volta che voglio leggere un e-book diverso?

No. I lettori e-book sono come le automobili. Una volta comprata una basta dargli la benzina. Con un solo lettore e-book potete anche collezionare 1000 e-book.

I file PDF sono considerati e-book?

No. Il file PDF diventa comodo da leggere solo se la dimensione della pagina è compatibile con quella del lettore e-book che si usa.

Cioè?

Se ho un file PDF impaginato in formato A4 sarà molto difficile poterlo leggere su un lettore con display da 6 pollici e, in genere, anche su un 9 pollici l’impresa è difficoltosa. Si ricorda che il PDF è adatto alla stampa e alla consultazione su PC.

Nel caso in cui il PDF abbia impaginazione realizzata con dimensione compatibile con il display dello schermo delle lettore e-book si può anche considerare come un e-book, ma, in ogni caso, si perdono delle funzioni che sono tipiche di un e-book. Nel formato ePub si possono ingrandire i caratteri, nel PDF si può ingrandire la pagina, quindi questa diventa più grande del display e, a tal punto, diventa di difficile gestione.

Il PDF nasce come formato standard per la stampa in quanto ne mantiene tutte le proprietà di buona definizione per la stampa o per la visione su PC o tablet o iPad.

Devo per forza acquistare l’e-book dal PC e poi trasferirlo sul lettore?

No, alcuni lettori e-book pemettono il collegamento a reti senza fili e sono già predisposte al collegamento con alcune negozi on-line. Basta cercare nell’apposito menu del lettore in possesso.

Che vantaggio dà un e-book a un editore?

Ci sono costi inferiori nella gestione del libro. Non ci sono rese per libri non venduti, non ci sono tutte quelle spese (molto onerose) che spingono i piccoli editori a rinunciare a una distribuzione nazionale in libreria.

E quali sono i vantaggi per un autore?

L’autore può arrivare più facilmente ai lettori, aumenta la sua visibilità. Non è necessario aver stipulato un contratto con un grosso editore per vedere più copie circolare.

Quindi l’e-book si realizza velocemente? E la qualità?

L’e-book non è detto che si realizzi velocemente: deve avere la stessa qualità del libro cartaceo. Non è pensabile di saltare tutta una serie di fasi solo perché si pubblica in digitale. Non perché la realizzazione e la gestione costano di meno che non bisogna farci editing, correzione di bozze e affidarsi a delle applicazioni semiautomatiche per realizzare l’e-book. Ci sono programmi di conversione da PDF a ePub (Calibre di cui sopra), da ODT a ePub, ma il risultato può essere disastroso. Spesso si fa prima a creare l’e-book da zero.

La qualità, la forma e l’aspetto con cui si presenta il testo hanno la stessa importanza di quella di un libro cartaceo. Presentare male un e-book equivale a fare una brutta pubblicità all’autore e alla casa editrice stessa. C’è il rischio che il prossimo e-book che il lettore comprerà non sarà di quella casa editrice.