Make your e-book… fatti l'e-book!

per una diffusione globale dei propri testi

letture consigliate per Natale

Lascia un commento

Allora, vediamo un po’. Sto leggendo, ho letto diverse cose e ancora ne leggerò.

Mi viene naturale condividere con voi alcuni acquisti cartacei e in e-book che posso consigliarvi per Natale. Di autori autopubblicati, di autori editi da editori, di e-book, di edizioni cartecee.

Se cercate dei racconti che si leggeranno rapidamente e che vi permetteranno di interrompere anche la lettura e dividerla in più tempi senza perdere il senso di tutto ci sono due e-book che posso consigliarvi:

  1. Deve accadere di Giovanni Venturi, disponibile in e-book e in cartaceo. Certo sono miei testi, lo so che se li consiglio non sono obiettivo, però potete sempre leggere le recensioni, gli articoli, le interviste, ho raccolto tutto sul sito http://deveaccadere.info/ . Avete a disposizione anche un’anteprima gratuita che include i primi due racconti, ma anche da Amazon e Kobo/inMondadori potete richiedere di farvi inviare un’anteprima gratuita se disponete di un Kindle o di un Kobo. Su Amazon: qui, su Kobo: qui, su inMondadori: qui. Il tutto senza DRM. È disponibile anche in cartaceo su Lulu: qui, su Amazon: qui.
    Cos’è “Deve accadere”? Eccone la “sinossi”:

    «È una raccolta di quindici racconti che indagano il cuore del singolo, dei protagonisti delle storie che ci accompagneranno. In città tormentate, che soffrono e prendono, si incrociano i destini di Andrea e Cristina, di Dario e Stefania. Napoli, Milano, viaggi in treno, certezze, insicurezze di una modernità in continuo movimento attraversano le pagine di questa raccolta di quindici racconti. Quindici parti a sé stanti che contribuiscono a creare una struttura composta di livelli emotivi. Un’antologia che sfiora tante tematiche: amore, solitudine, omosessualità, senso d’inadeguatezza, mancanza. Si utilizzano diverse focalizzazioni: interna, in seconda e terza persona fino a rivolgersi direttamente al lettore, alternando passato e presente in una giostra di emozioni e ricordi. In alcuni racconti il punto di vista si sposta da un personaggio all’altro senza per questo confondere il lettore e con l’intento di immergerlo totalmente nella storia.»

  2. Viaggio dentro una storia” di Giovanni Venturi: nasce come racconto interattivo su THe iNCIPIT e acquista immagini e subisce una buona serie di revisioni e “allungamenti”:

    «In una piccola biblioteca in mezzo al nulla sembra non esservi mai nessuno, ma un ragazzetto continua a leggere libri. Dentro quei libri forse troverà la risposta a tutte le domande della sua vita? In questo e-book 14 piccoli capitoli, alcune illustrazioni. In un viaggio di scoperta Daniele troverà delle risposte che dovrà interpretare prima di tornare indietro alla sua vita. Strani eventi lo accompagneranno lungo nel viaggio, ma alla fine… Si racconta di biblioteche, di libri, di un ragazzetto che viaggia dentro la sua storia per ritrovare un segreto che ha dimenticato. Fatti strani si avvicendano nel testo, fragole che crescono durante l’inverno, porte che non si aprono o si aprono troppo spesso spingendoti su realtà che sembrano non essere vere realtà.» Disponibile come e-book su Amazon: qui, Kobo: qui, su inMondadori: qui.

Se preferite una racconta di racconti che abbia una casa editrice che ne ha curato i testi vi consiglio:

  1. È qui che dobbiamo stare” di Sergio Donato edito dell’editore digitale WePub. Disponibile  in e-book presso qualsiasi libreria e distributore digitale on-line, incluso il sito della casa editrice stesso: Amazon, Kobo, inMondadori, ecc…

    «Cinque racconti brevi, cinque finestre spalancate su vite e aspettative ‘normali’. “Mia moglie ha una merceria” fotografa la falsa morale di un paesino scosso da un caso di omicidio. In “Una brillante destinazione” si scontrano il desiderio di paternità e la tentazione di un’esistenza basata sulla fuga. “Manca il numero sette” parla di precarietà e aspirazioni mancate. In “Dove c’erano le mucche” i litigi tra i genitori sono filtrati dagli occhi del piccolo Alessandro e nell’ultimo racconto, “Ripresa”, una coppia in crisi economica affronta il nuovo e imbarazzante lavoro del marito.Cinque realtà diverse, cinque spaccati di vita quotidiana. Uno sguardo sugli obblighi che la permeano e sulle costrizioni a cui ci sottomettiamo per ragioni sociali o per mancanza di scelta. Uno stile essenziale, asciutto. Perché a parlare, qui più che mai, sono le storie.»

Avete modo di scegliere anche altre opere nella giovane casa editrice:  http://www.wepub.it/catalogo .

Se cercate romanzi:

  1. Non vado di fretta” di Valeria Venturi, Photocity Edizioni. Uscito nel 2011:

    «Due ragazzi s’incontrano, s’innamorano. Ma fanno presto a scoprire l’amaro sapore del conflitto: l’attrazione si contrappone alla difficoltà di essere coppia, le affinità contrastano con le differenze. Storia d’amore, ma anche un delicato romanzo di formazione in cui i due protagonisti procedono dai banchi di scuola alla maturità interrogandosi costantemente sul senso della vita, sul significato dell’amore e dell’amicizia, sull’importanza della libertà e della realizzazione personale. Gianluca e Francesca non sono personaggi, ma persone che impariamo ben presto a conoscere, e che ci rammarichiamo di dover lasciare andare via, in un finale ricco di speranza.»

    Disponibile solo in cartaceo in alcune librerie fiduciarie, ma principalmente sul sito dell’editore.

  2. Amabili resti” di Alice Sebold edito da Edizioni E/O. Disponibile in carteceo e in e-book presso qualsiasi libreria e distributore digitale on-line, incluso il sito della casa editrice stesso: Amazon, Kobo, inMondadori, ecc…

    «Dove vanno le bambine che un giorno inavvertitamente, fatalmente, tagliano la strada di un bruto, un solitario e quieto mostro che le strappa alla serena letizia di una famiglia armoniosa, ai compagni di scuola, agli amati animali di casa, alle piccole cose preziose che illuminano i sogni e i progetti di una giovane vita fiduciosa, per farne scempio e consegnarne i resti miserevoli alla nera terra ? Le bambine come “Susie, Susie Salmon, come il pesce,” entrano in un loro cielo particolare, abbastanza solitario e banale, al centro del quale è un gazebo. Da quella specie di vedetta Susie non cessa di seguire i suoi cari, sorveglia il corso degli eventi, segue i passi del suo assassino, ripercorre il passato e rivive i penosi e terrificanti istanti che hanno preceduto la sua fine quando il signor Harvey in un soffio le ha chiesto “Dimmi che mi ami”. Susie è caduta come molte altre bambine per mano del signor Harvey, ingannate dal suo aspetto malinconico e triste e da una solitudine apparentemente mite e sconsolata che nasconde turpi fantasie e progetti criminali. Harvey è assai abile nel dissimulare la sua reale natura , esperto nel cancellare le tracce dei suoi delitti e nascondere i poveri resti delle innocenti che ha violato e ucciso. Ma la forza del ricordo di una vita felice unito alla consapevolezza dell’enormità dell’infamia subita, impedisce a Susie di cadere nel desolato oblio di una assenza irreversibile concedendole di restare attiva e vigile, collegata al mondo dei suoi amati fratelli e dei genitori, della nonna e degli amici e grazie a questo legame è in grado di seguire e osservare i passi del suo assassinio, scovarne i segreti e le strategie, assillata com’è dal terrore che egli possa fare ancora del male alla sua famiglia, e decisa a proteggere dalla disgregazione la serenità e l’affetto che una volta regnava nella sua casa. Ma la morte di Susie, l’incertezza sulle circostanze del suo assassinio producono lo scollamento dei rapporti familiari, isolano la madre e il padre chiudendoli in una solitudine nella quale non sanno più comunicare né confortarsi. A poco a poco la madre cede al richiamo di un legame preminentemente sessuale con il poliziotto che ha giurato di trovare l’assassino di Susie e sembra destinato a fallire nel suo impegno. Il sesso con Len è una sorta di potente narcotico per Abigail e un modo per sfuggire al dolore della perdita di Susie e alla distanza crescente da Jack, il marito per il quale Abi è Occhi di Oceano e che non saprà trattenerla dal partire verso una città lontana alla ricerca di una nuova vita. Mentre Jack affonda come un naufrago nello sforzo di mantenere una qualche misteriosa forma di comunicazione con la figlia perduta e di seguire ispirato da Susie le tracce di quello che individua con folgorante sicurezza come il suo carnefice: il signor Harvey. Fino a che in un precipitare degli eventi il terribile incubo sembra insidiare Lindsey la sorellina di Susie… La vicenda si dipana intrecciando le piccole e grandi storie dei Salomon e altre figure della piccola comunità, tracce dell’assassino affiorano a tratti, una pista che porta ad Harvey fa sorgere la speranza di vederlo inchiodato ma insondabile sembra la sua capacità di eludere e manipolare, dissimulare e sfuggire come se la sua abiezione gli conferisse una illimitata protezione. Contro di lui e il potere distruttivo che irradia si erge solo la magia della voce di Susie, la sua freschezza di adolescente fiduciosa e amata, la sua determinazione a fermarlo, una energia non intaccata dalla morte nel voler cercare un riscatto al suo destino, la dolcezza e l’incanto dell’età cui non manca il guizzo dell’ironia e la capacità di sorridere ancora con infinita e struggente tenerezza. La morte, la morte violenta, la condizione di vittima in questo singolare e sorprendente racconto dal ritmo serrato e ricco di suspence, intessuto di immagini liriche e momenti di commovente tenerezza, scritto con penetrante intelligenza e un’acuta percezione dell’infanzia, conferisce alla protagonista la capacità di apprendere dal persistente e intenso rapporto con le persone e i luoghi amati il senso della vita e il dono dell’amore in una evoluzione che supera e aggira la morte e giunge fino all’accettazione e alla remissione. Dal suo disarmante gazebo celeste Susie si dice ” Se guardo attentamente se sorveglio ogni cosa potrei forse cambiare le vite di quelli che amo” Ed è vero che il suo sguardo raggiunge in qualche misterioso modo Abigail, Jack, Lindsay e il piccolo Buckley perfino il cane di casa, Holiday . Il racconto di Susie scaturisce dalla propria tragica fine, da essa trae voce e forza per descrivere i dolorosi passaggi, le occasioni perdute, il miracolo di straordinarie coincidenze, i momenti di gioia e d’amore che toccano gli esseri sui quali come sotto ali benevole si svolge la sua instancabile sorveglianza. Le vite di ognuno dei Salmon sotto gli occhi di Susie si perdono e si ritrovano, cadono e si rialzano in un racconto denso e avvincente, che ha tutta la ricchezza la pienezza e la fluente forza della narrativa americana. Alice Sebold appartiene a quella schiera di scrittori che possiedono l’arte di raccontare coprendo in un lungo e vitale respiro, ricco di poesia e incanti, tenerezza e repentini colpi di scena, guizzi della fantasia e momenti di meditazione pagine che scorrono e trascinano come il corso scintillante e grandioso dei grandi fiumi d’America.»

  3. Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio” di Amara Lakhous edito da Edizioni E/O. Disponibile in carteceo e in e-book presso qualsiasi libreria e distributore digitale on-line, incluso il sito della casa editrice stesso: Amazon, Kobo, inMondadori, ecc…

    «La sapiente e irresistibile miscela di satira di costume e romanzo giallo imperniato su una scoppiettante polifonia dialettale di gaddiana memoria (il Pasticciaccio sta sullo sfondo segreto della scena come un nume tutelare), la piccola folla multiculturale che anima le vicende di uno stabile a piazza Vittorio sorprende per la verità e la precisione dell’analisi antropologica, il brio e l’apparente leggerezza del racconto. A partire dall’omicidio di un losco personaggio soprannominato “il Gladiatore”, si snoda un’indagine che ci consente di penetrare nell’universo del più multietnico dei quartieri di Roma: piazza Vittorio.»

  4. Divorzio all’islamica a viale Marconi“di Amara Lakhous edito da Edizioni E/O. Disponibile in carteceo e in e-book presso qualsiasi libreria e distributore digitale on-line, incluso il sito della casa editrice stesso: Amazon, Kobo, inMondadori, ecc…

    «2005. I servizi segreti italiani ricevono un’informativa: un gruppo di immigrati musulmani, che opera a Roma nella zona di viale Marconi, sta preparando un attentato. Per scoprire chi siano i componenti della cellula viene infiltrato Christian Mazzari, un giovane siciliano che parla perfettamente l’arabo. Christian inizia la sua indagine sotto copertura: per gli abitanti del quartiere diventa Issa, un immigrato tunisino in cerca di un posto letto e di un lavoro. Il suo destino si incrocia con quello di Sofia, una giovane immigrata egiziana che indossa il velo e vive nel quartiere assieme al marito Said, alias Felice, architetto reinventatosi pizzaiolo. Attraverso Sofia vediamo la cultura islamica con gli occhi di una donna alle prese con una vita coniugale complicata. Sofia ha però un grande sogno da realizzare. Nell’alternarsi delle voci di Issa e Sofia l’ironia e la satira dei luoghi comuni fanno di Divorzio all’islamica a viale Marconi una commedia nera in cui il serio e il grottesco, il razionale e l’assurdo, l’amore e la paura descrivono le contraddizioni della società italiana con un linguaggio originale, che imita i “parlati” degli immigrati e degli italiani. In un susseguirsi di scene esilaranti e momenti ricchi di pathos, di dialoghi frizzanti e arguti proverbi popolari, si arriva a un avvincente finale a sorpresa che spiazza il lettore, costringendolo con grande divertimento a riavvolgere la pellicola dall’inizio.»

Se gradite storie a bivi, e-book interattivi, dove è il lettore a costruire la storia attraverso sue scelte, non dimentichiamo le Polistorie (sono 4 fino ad ora) di Quintadicopertina, una casa editrice digitale. Gli e-book sono disponibili presso qualsiasi libreria e distributore digitale on-line, incluso il sito della casa editrice stesso in formati PDF, ePub e Mobi:

  1. Locusta Temporis:

    «Locusta Temporis è un viaggio nel tempo e nella fantasia. La storia prende avvio nella Francia contemporanea, dove una coppia di giovani studenti è alle prese con una scoperta archeologica capace di cambiare la loro vita e di trasportarli in luoghi e tempi decisamente inaspettati. Adatta per adulti e ragazzi, si compone in nove capitoli capaci di mettere alla prova l’abilità di ogni lettore interattivo.»

  2. Chi ha ucciso David Crane:

    «Il signor Buonaventura viene chiamato alla Boston University di Philadelphia per tenere una conferenza sull’informatica anni novanta e conoscere il mitico programmatore di videogiochi David Crane. Ma all’arrivo nella prestigiosa università americana si scopre che David Crane è stato assassinato e che un mistero è racchiuso nella folle struttura.»

E come fanno gli e-book WePubEdizioni E/O e Quintadicopertina non ne ho visti in giro. Sono tecnicamente fatti nel rispetto del lettore e per i testi vale la stessa filosofia: “solo qualità”.

Spero che i miei consigli possano farvi scoprire questi interessanti e piacevoli libri/e-book.

Autore: giovanni

Scrivo su http://giovanniventuri.com/ e faccio e-book per professione su https://makeyourebook.me/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...