Make your e-book… fatti l'e-book!

per una diffusione globale dei propri testi

Recensione del Kobo Touch

2 commenti

Ecco come appare all’accensione

Già da tempo “corteggiavo” un lettore e-book più piccolino del mio Asus DR-900. In giro ci sono vari lettori da 6 pollici. Quando comprai il mio optai per il DR-900 perché aveva un display grande. Ben 9 pollici. Non pensavo che la lettura su un 6” potesse essere senza sforzo, anche se una dimensione ridotta permette di portare il lettore in tasca.

Di recente sono stato a Londra. Pensavo di comprare da un po’ il Kobo Touch. Un lettore interessante. Passavo da WHSmith e così l’ho fatto. Pensate che inizialmente questo lettore costava ben £ 189 poi di recente era stato venduto a £ 129, quando partii per Londra sul sito si parlava di £ 99. Il giorno stesso dell’acquisto c’era un ulteriore sconto. L’ho pagato £ 89, ovvero € 99 rispettando il cambio ufficiale di 1.13 €/£, ma in realtà è costato € 115. Un prezzo ottimo per quelle che sono le caratteristiche di questo dispositivo.

Le caratteristiche tecniche

Il Kobo Touch ha Sistema Operativo Linux.

Ha un display da 6” che usa tecnologia e-ink Pearl ad alto contrasto con 16 livelli di grigio (quindi sfondo bianchissimo e non grigio come l’Asus che usa tecnologia e-ink Sipix e la differenza di nota parecchio).

Permete l’uso del WiFi.

La batteria dura fino a 2 settimane.

Ha solo 1 Gbyte di memoria interna usabile (davvero pochissima), ma si possono collegare delle micro SD card che permettono di avere molti più libri a disposizione. La prima volta che ho collegato la mia micro SD da 8 Gbyte con i suoi 94 libri ci ha messo quasi venti minuti per aggiornare la libreria. L’Asus DR-900 si aggiornò all’istante. La dimensione della micro SD può arrivare a 32 GByte.

Le caratteristiche tecniche complete le trovate qui.

scegli cosa leggere…

L’interfaccia grafica

Il Kobo Touch ha un’ottima interfaccia di funzionamento. Molto più avanzata di quella dell’Asus DR-900. Non conosco altri ereader da 6”, ma immagino che siano tutte superiori a quelle di Asus, eppure da notizie in giro, pare che quella del Kobo Touch sia davvero la migliore.

L’accesso alle pagine dell’e-book è istantaneo, inoltre hanno un comodissimo sistema che permette di:

1. tornare indietro alla pagina precedente;
2. accedere al menu delle opzioni;
3. andare avanti di una pagina.

Lo schermo, così come è spiegato nelle impostazioni avanzate, è diviso in tre colonne: sinistra, centro e destra. Sfiorando la corrispondente colonna si possono effettuare le tre operazioni di cui sopra. Questo però introduce un problema. L’impossibilità di seguire i link dell’e-book. Contattando il supporto Kobo, in quelle rare occasioni in cui sanno di cosa si parla, hanno esplicitamente ammesso di non usare link interni. Questa è una cosa pessima in quanto libri come le Polistorie di Quintadicopertina non sono assolutamente leggibili sul Kobo Touch. Si spera che in un aggiornamento futuro questa funzionalità, che credo abbiano tutti gli altri lettori ereader (il DR-900 Asus di sicuro ce l’ha), sia introdotta anche per il Kobo Touch.

impostazioni documento

Il menu delle opzioni permette di ingrandire i caratteri a piacimento, di modificare il tipo di carattere con cui si visualizza il documento, ridurre o aumentare l’interlinea. Voglio sottolineare che la visualizzazione è davvero curata. Per file che mancano di caratteri, ma che fanno riferimento a Palatino, Times New Roman, ecc… il Kobo sostituisce il suo insieme di caratteri, anzi se si vuole, sempre nelle opzioni, si può sostituire il carattere del documento con uno di quelli del Kobo a prescindere dai caratteri del libro. Il problema è che queste impostazioni sul documento non sono dello stesso, ma globali, quindi ogni volta che si apre un documento in cui c’erano certe impostazioni allora bisogna reimpostarle se diverse da quelle globali.

Ho provato a leggere il testo di Sergio Covelli “Senza Padre E Madre Né Rimorsi”. Sull’Asus DR-900 viene visualizzato malissimo. Non sfrutta i caratteri che sono inclusi nel file stesso. Ho aperto il file in questione, ma è tutto corretto. Sul Kobo Touch il libro è visualizzato bene. Non è la prima volta che l’Asus DR-900 dà i numeri in tal senso. E visto che leggere su un 6” non è affatto male, anzi a letto è l’ideale, me lo sto consumando sul Kobo Touch.

Sempre parlando di interfaccia, si possono scorrere le pagine rapidamente, come se fosse un libro vero. C’è un “cursore” (in inglese si chiama slider) che permette con un tocco di eseguire l’operazione velocemente.

I formati riconosciuti

Legge ePub, ma anche i formati HTML, TXT, RTF, PDF, Mobi, CBZ e CBR. Nella visualizzazione di quest’ultimo è molto veloce, inoltre basta trascinare con la punta del dito il file per leggere le parti non visualizzate. Rispetto all’Asus DR-900 non ci sono paragoni.

impostazioni ereader

Anomalia sul numero di pagine

Sapete come funziona l’Asus DR-900? Quando si apre il documento la prima volta il dispositivo lo elabora in tempo reale calcolando man mano il numero di pagine. Se modificate l’impostazione della dimensione del carattere, allora questo riparte daccapo e finché non ha finito potreste avere difficoltà a leggere il file. Di solito questa operazione dipende da quanti caratteri, da quali caratteri (su alcuni ha difficoltà) e quanto testo c’è nel file.

Per il Kobo Touch sia la prima volta che le volte successive si apre il documento in modo istantaneo, inoltre il numero di pagine è calcolato all’istante. Direte voi, com’è possibile? Non lo so. So solo che il numero di pagine sul Kobo Touch è sbagliato. Ho contattato il supporto ma sapete quando in “The IT Crowd” Roy ripete sempre “Have you tryed turning off and on again?”. Stessa cosa. Non mi hanno spiegato che loro intendono il numero di pagine in modo “casuale”, mi hanno detto “provi a resettare il dispositivo”. Gli ho voluto dare credito, per quanto non avessi usato il dispositivo così tanto da mandarlo in malora. E infatti l’operazione non ha apportato alcun esito. Una “pagina” per gli amici di Kobo è pari a 2-4 pagine normali. Solo dopo 2, 3 o 4 cambi di pagina vedrete cambiare il numero di pagina corrente. Non so in che modo lo calcolano, forse fanno una stima, contano il numero di parole, non so, magari la dimensione dei singoli file che compongono i capitoli e approssimano. Solo così posso spiegarmi il fatto che alla prima apertura del file già si conoscono il numero, secondo loro, “esatto” di pagine.

biblioteca

Biblioteca

Un’altra funzione molto comoda del Kobo Touch è la possibilità di impostare un libro come preferito, la possibilità di cercare un libro per nome dell’autore, per titolo o parola chiave. Magari non visualizzare tutti i libri, ma solo i preferiti e così si arriva prima a individuare il libro che si cercava. Inoltre nella biblioteca i libri vengono visualizzati non solo per titolo, ma anche con l’anteprima della copertina, il che rende la ricerca di un libro davvero velocissima. Rispetto all’Asus DR-900 c’è un abisso.

La cosa molto molto carina è che all’accensione del dispositivo vengono visualizzate le ultime 5 copertine di libri caricati per ultimi o letti di recente, inoltre, quando si spegne il Kobo Touch, sullo schermo resta impressa la copertina dell’ultimo libro che si stava leggendo, proprio come fosse un libro cartaceo.

Funzioni extra

Se non avete voglia di leggere potete usare il browser per navigare su internet che è decisamente più evoluto di quello dell’Asus DR-900. Non conosco i termini di paragone con altri lettori, ma giudicate voi dalle immagini. Se non volete navigare, potete giocare al Sudoku, oppure disegnare con le vostre dita.

Azioni sul testo di un libro

Potete evidenziare parole sul testo tenendo il vostro dito sullo schermo per un po’. La funzionalità è molto evoluta rispetto a quella dell’Asus. Si possono cercare parole nel dizionario, pensate per esempio alla lettura di un testo in lingua straniera. Si evidenzia una parola sconosciuta e si cerca nel dizionario, oppure si evidenzia una citazione e la si condivide su Facebook. Peccato la mancata integrazione con Twitter.

menu documento

Libreria di Kobo

Il Kobo Touch nasce come dispositivo per la lettura di giornali, riviste e libri del suo editore. Un po’ come il Kindle lo è per l’editore Amazon. Il negozio Kobo ha il 99% dei titoli in inglese tutti rigorosamente protetti da DRM Adobe e con prezzi a volte spropositati. Se in Italia ci lamentiamo in modo giusto per eliminazione del DRM Adobe e dei prezzi improponibili, all’estero si presentano gli stessi problemi. Basti pensare che il nuovo romanzo di Stephen King, 11/22/63, costa € 11,99 qui, mentre qui ne costa € 29,22 e Kobo propone uno sconto momentaneo del 25% per arrivare comunque a € 18,14 che sono prezzi da brivido visto che costa poco meno del cartaceo. Su Amazon.com si legge in cartaceo a $ 35, ma lo vende scontato a $ 17.50, poi c’è un’edizione Kindle a $ 15,64. Certo, magari l’esempio non è calzante, visto che il romanzo in questione è di circa mille pagine, e poi in Italia di e-book di Stephen King ce n’è solo uno: 81 Miles con Adobe DRM naturalmente. Ma è così che funziona all’estero sulla quasi totalità dei titoli.

Pensate che anche titoli gratuiti come i classici oppure libri a meno di una sterlina sono sempre e comunque protetti da DRM Adobe. Ridicolo certo, ma è così.

Una cosa però è buona. Kobo non ha scelto di usare un formato proprietario come fa Amazon che ti lega in tutto e per tutto alla sua distribuzione… Certo si può trasformare il formato ePub in Mobi e leggerlo lo stesso sul Kindle, ma non è da tutti. Kobo ha scelto lo standard ePub, quindi comprando su store italiani si può usare questo bel lettore per leggere romanzi in italiano con DRM Abobe o meno. Questo sta a voi.

Prima accensione

La prima volta che accendete il Kobo Touch sullo schermo vi compaiono le istruzioni per impostare il lettore. Dove scaricare un programma sul vostro PC ed eseguirlo. Peccato che l’applicativo sia solo per Windows e Mac, anche perché durante l’installazione mi sono accorto che fa uso di alcune librerie di Linux (come le libusb) e di Qt Nokia che è un toolkit multipiattaforma. Voglio dire che una versione per Linux potevano rilasciarla tranquillamente.

Se avete una connessione internet tramite cellulare non riuscirete a impostare un bel niente visto che l’applicativo Kobo confonde la memoria del Kobo con quella del vostro telefono cellulare. Ho scritto al supporto e non ho avuto mai risposta in merito. Tra l’altro suggerivo anche la possibile causa che ho avuto modo di confermare.

Curiosità

Come ultimo aspetto curioso, Kobo ha creato dei premi particolari per i lettori, che si possono vincere per esempio leggendo regolarmente ogni giorno per due settimane, oppure leggendo un quantitativo di pagine – per esempio 10.000 – in un tot tempo.

Conclusioni

Il Kobo Touch è un bel dispositivo. Il prezzo di £ 89 da WHSimth a Londra lo rende appetitoso.

Le uniche pecche “grosse” sono la non gestione dei collegamenti interni al libro (niente Polistorie di Quintadicopertina), la mancanza del numero di pagina dall’indice e il finto numero di pagina che mostra in basso. Dalla confezione esce solo un cavo USB per ricaricare il lettore. Niente copertina, niente spina che collega direttamente cavetto USB a presa di corrente come per l’Asus DR-900. Per il resto come lettore di formato ePub l’ho trovato evolutissimo e visto il suo costo si è anche disposti a sorvolare le mancanze di cui sopra, visto che i pregi sono decisamente superiori ai difetti.

Ecco le mie successive esperienze sul Kobo:

  1. prima;
  2. seconda.

all’avvio del browser

verso Ultimabooks.it

su Ultimabooks.it

impostazioni avanzate

impostazioni avanzate

Autore: giovanni

Scrivo su http://giovanniventuri.com/ e faccio e-book per professione su https://makeyourebook.me/

2 thoughts on “Recensione del Kobo Touch

  1. Grazie per le informazioni mi sono state veramente utili perché anche io ero molto intenzionata a comprare il kobo touch perché potevo sia leggere che utilizzare internet ed a lavoro mi sarebbe stato utile

    • La recensione è vecchia di un anno. Con le nuove versioni del firmware, il Kobo Touch è migliorato moltissimo. È diventato un e-book reader davvero di classe ed è un e-book reader, non ci puoi lavorare sopra. Devi comprare un tablet per le cose di lavoro o, meglio ancora, un netbook o un laptop.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...